• St. Massetana Romana, 54 (Siena)
  • C.F.: 92067960523
  • Amministrazione Trasparente
  • Tel e Fax

    +39 0577 271834

  • Orari di apertura della Segreteria:

    La segreteria riceve solo su appuntamento telefonando al n.0577-271834  dal lunedì al venerdì dalle ore 11.00 alle ore 13.00 o scrivendo a collegio.siarfi@peritiagrari.it .

BONUS 600€ PERITI AGRARI

BONUS 600€ PERITI AGRARI
BONUS 600€ PERITI AGRARI
CORONAVIRUS, COVID-19

Gentile Iscritto,

il decreto interministeriale pubblicato questa mattina disciplina l’erogazione, anche ai liberi professionisti, di un’indennità per il mese di marzo pari ad euro 600,00 a valere sul "Fondo per il reddito di ultima istanza".

L'indennità dovrà essere richiesta attraverso il modulo allegato e pubblicato anche sul sito della Gestione, ed inviata esclusivamente a mezzo pec all’indirizzo periti.indennita@pec.enpaia.it .

Preliminarmente si deve ricordare che il Legislatore ha indicato delle condizioni che se non rispettate faranno considerare la domanda inammissibile. Tali condizioni sono le seguenti:
- la domanda deve essere inviata entro il 30 aprile 2020;
- deve essere allegata copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità;
- deve essere allegata copia fotostatica del codice fiscale;
- devono esser comunicate le coordinate bancarie o postali per l’accreditamento dell’importo.

Inoltre, devono sussistere i seguenti requisiti per poter beneficiare di tale prestazione:

1) essere un iscritto alla Gestione separata;
2) non essere titolare di pensione;
3) non aver presentato per il medesimo fine istanza ad altra forma di previdenza obbligatoria.

E' stato, altresì previsto che tale sostegno al reddito è riconosciuto solo ai seguenti soggetti:

a) ai lavoratori che abbiamo percepito, nell’anno di imposta 2018, un reddito complessivo, assunto al lordo dei canoni di locazione assoggettati a tassazione ai sensi dell'articolo 3 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23, e dell'articolo 4 del decreto legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 giugno 2017, n. 96, non superiore a 35.000 euro la cui attività sia stata limitata dai provvedimenti restrittivi emanati in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID-19;

b) ai lavoratori che abbiano percepito nell’anno di imposta 2018, un reddito complessivo, assunto al lordo dei canoni di locazione assoggettati a tassazione ai sensi dell'articolo 3 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23, e dell'articolo 4 del decreto legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 giugno 2017, n. 96, compreso tra 35.000 euro e 50.000 euro e abbiano cessato o ridotto o sospeso la loro attività autonoma o libero-professionale in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Si evidenzia che tale indennità non è cumulabile con i benefici previsti dagli articoli 19, 20, 21, 22, 27, 28, 29, 30, 38 e 96 del decreto-legge 17 marzo 2020, n.18, né col reddito di cittadinanza di cui al decreto-legge 28 gennaio 2019, n.4, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 marzo 2019, n. 26.

Infine, si evidenzia che il requisito del corretto adempimento degli obblighi contributivi previsti con riferimento all’anno 2019, presente in precedenti versioni del decreto, non è contenuto nel decreto pubblicato.

Gli Uffici della Fondazione Enpaia rimangono a Sua disposizione per qualunque chiarimento o integrazione.
 

News Recenti
LA PROTEZIONE DA SARS-COV-2 PER I LAVORATORI AGRICOLI
LA PROTEZIONE DA SARS-COV-2 PER I LAVORATORI AGRICOLI
INAIL
Elaborato Planimetrico
chiarimenti in merito alla obbligatorietà della predisposizione dell’Elaborato Planimetrico nella presentazione di dichiarazioni di variazione ex art. 20 R.D.L. n. 652 del 1939.
RIPRESA NOTIFICA ACCERTAMENTO E COMUNICAZIONI -
RIPRESA NOTIFICA ACCERTAMENTO E COMUNICAZIONI -
RACCOMANDAZIONI SULLE MODALITA' DI INTERAZIONE CON GLI UFFICI PROVINCIALI
Archivio News